Published on Settembre 18, 2017

Auto in circolazione: Italia divisa

L'età media delle auto in circolazione sul territorio italiano è di 9 anni e 6 mesi e ben il 16% del parco circolante ha più di 15 anni (nel 2000 era meno del 6%). Un parco auto vecchiotto quello della nostra Penisola, che si spiega anche con la situazione economico-lavorativa. Ѐ un dato preoccupante perché da un lato conferma la crisi economica delle famiglie e dall’altro sottintende un parco circolante non sicuro e più inquinante. E di conseguenza l'anzianità del veicolo incide sui costi della RCAuto, come spiega Diego Palano, responsabile BU Assicurazioni Facile.it: “Un parco auto così vecchio è più facile conduca ad incidenti di piccola e grande entità il che, chiaramente, si ripercuote in modo negativo sui costi delle assicurazioni i quali, da febbraio 2016 a febbraio 2017 sono aumentati del 3,5%”.

Guardando i dati dell'indagine condotta da Facile.it, emerge anche che la cilindrata delle automobili cambia sensibilmente tra le diverse aree del Paese, disegnando un'Italia a 'due velocità'. Scorrendo la classifica si nota che i primi posti sono tutti occupati da province del Nord e del Centro, a Bolzano e Trento hanno la cilindrata media maggiore, rispettivamente 1.664 cc e 1.625 cc.; guardando, invece, la classifica delle province con le automobili meno potenti al primo posto c'è Napoli, nella città metropolitana i veicoli hanno, in media, una cilindrata di 1.363 cc. La netta differenza è dettata anche dall'incidenza che la cilindrata ha sul costo dell'assicurazione, soprattutto in alcune zone del Mezzogiorno.

Con l'arrivo del Ddl concorrenza 2017, arriva la possibilità di risparmio con l’installazione della Scatola Nera. In arrivo anche sconti significativi per gli automobilisti che non hanno registrato incidenti negli ultimi quattro anni e che risiedono in province ad alto tasso di sinistri automobilistici.  Questi provvedimenti dovrebbero andare a ridurre, ulteriormente, il gap esistente tra i costi assicurativi in Italia e nel resto d'Europa.

Leggi la notizia

 

Related news

Torna su