Published on Ottobre 26, 2015

Il camion del futuro? Sarà simile ad uno smartphone su ruote!

Secondo Volvo presto il camion sarà nell' Internet delle Cose, infatti il costruttore svedese di veicoli industriali mostra le principali innovazioni che vedremo nei prossimi anni e che interessano soprattutto la connessione telematica tra l'automezzo e l'ambiente. Entro breve tempo – afferma Hayder Wokil, Director Quality and Uptime di Volvo Trucks – assisteremo a una vera rivoluzione nei trasporti. E poi rilancia sostenendo che "i veicoli intelligenti del futuro assomigliano più a smartphone su ruote che a un camion tradizionale".

Non più tardi del 2016, ogni nuovo veicolo commerciale in Europa e negli Stati Uniti sarà abilitato per la connessione al web. La funzionalità di connessione aumenterà l'efficienza e ridurrà, di conseguenza, i costi di trasporto. Sarà personalizzato, più disponibile alla guida e con capacità predittive. Un camion smart insomma, che, nel giro di pochi anni, rivoluzionerà la produttività del settore.

ECCO LE QUATTRO TENDENZE FUTURE NEL SETTORE DEI TRASPORTI

1. Servizi intelligenti – Capaci di prevedere i guast,i ma anche il motivo per cui si verificano e quindi evitarli. Il veicolo sarà anche in grado di correggere errori minori, di emettere un allarme e prenotare il proprio servizio prima che un problema si ponga.
2. Minore amministrazione – Il servizio coinvolgerà molto meno l’amministrazione della società di trasporto e l’officina, poiché il camion sarà in grado di gestire la maggior parte di questa, con il servizio di prenotazione e il download e l'aggiornamento di un proprio software di bordo.
3. Dispositivi connessi – Tutti i prodotti che ci circondano, come orologi, giacche e caschi, saranno in grado di comunicare direttamente tra loro. L’orologio di domani, per esempio, non mostrerà solo il tempo, ma sarà in grado di monitorare il polso del conducente ed emettere un avviso e anche attivare il pilota automatico in caso di malori o problemi fisici.
4. Personalizzazione – Più informazioni il gestore della flotta avrà su chi è al volante e guida il camion, più facile diventerà adattare individualmente il veicolo abbinandolo ai diversi stili di guida e con assegnazioni di trasporto specifiche.

(Fonte Uomini e Trasporti)

Related news

Torna su