Published on Marzo 2, 2021

La telematica piace ai Fleet Manager

Anche le flotte aziendali diventano sempre più attente alla sfera telematica. Continua a crescere infatti il numero delle black box installate sulle auto aziendali, aumenta la consapevolezza dei vantaggi, anche se molti dati raccolti grazie ai dispositivi spesso non vengono utilizzati adeguatamente. È quanto emerge dalla terza release della survey “La telematica sale a bordo delle flotte aziendali”, condotta da Top Thousand, l'Osservatorio sulla mobilità aziendale.

La ricerca, giunta alla terza edizione, è stata condotta su un campione di 82 aziende, con parchi auto di dimensioni grandi, medi e medio-piccoli, per un totale veicoli gestiti di 81.882 unità (l'88% dei quali gestiti in noleggio a lungo termine). Dall'analisi emerge che negli ultimi tre anni si è registrata una significativa evoluzione della telematica a bordo delle auto aziendali. Nel 2017 le black box erano installate sul 18% dei veicoli del campione intervistato, mentre oggi questa percentuale è salita quasi al 50% e all'87% se consideriamo il numero di aziende che hanno adottato questi dispositivi su una o più vetture.

L'81% dei fleet manager definisce i servizi digitali adeguati alle proprie esigenze, mentre solo il 2% esprime un parere negativo. Il 90% del campione ritiene adeguati i costi. Il 35% degli intervistati pensa che la black box sia fondamentale per aumentare la sicurezza dell'autista, il 30% la considera utile per ridurre le spese e il 25% necessaria per semplificare la gestione della flotta.

Grazie alla telematica, i gestori delle flotte di veicoli aziendali analizzano e valutano uno spettro di informazioni sempre più ampio: sinistri, furti, monitoraggio della manutenzione, controllo dei consumi, gestione delle auto in pool, stili di guida dei driver e manutenzione predittiva, una delle funzionalità più apprezzate. Ma anche informazioni sulle percorrenze chilometriche e per la geo¬localizzazione dei veicoli.

Oggi con la tecnologia, quindi, i fleet manager sono in grado di muoversi nella direzione di una mobilità sempre più innovativa ed efficiente. E attraverso Viasat Digital Connect, hanno a disposizione una piattaforma web per il monitoraggio dello stato della flotta che consente di intervenire tempestivamente al sorgere di anomalie o guasti contenendo così i costi di manutenzione straordinaria e la telediagnosi per la manutenzione predittiva; applicazioni smartphone per l’utilizzatore del veicolo con dati e analisi dei percorsi utili anche a migliorare il proprio stile di guida; Centrale Operativa H24 (Emergency Call) per soccorso in caso di incidente, guasto o pericolo. Tutto ciò si aggiunge alle tradizionali attività di ritrovamento e recupero dei veicoli dopo furto e di gestione dei sinistri mediante l’elaborazione di una perizia telematica.

Related news

Torna su