Published on Settembre 20, 2022

L’auto si compra in concessionaria, gli acquisti online restano al palo

Il dato è preciso: il 95% degli italiani preferisce avviare e concludere la trattativa per l’acquisto della vettura in concessionaria. Solo tre su dieci sono interessati a ricevere prima una consulenza tramite canali digitali per poi concludere la compravendita nell’autosalone e appena il 5% è pronto a un acquisto interamente digitale. Una percentuale, quest’ultima, che sale al 16% se si prendono in considerazione solo i potenziali acquirenti sotto i 30 anni, più propensi all’utilizzo delle nuove tecnologie. Per i pochi che già oggi compiono l’intero processo di acquisto online, il valore aggiunto risiede nel costo giudicato più contenuto rispetto a quello sostenuto nel processo tradizionale.

Sono queste le principali evidenze che emergono dallo studio ‘Acquistare l’auto online, siamo pronti?’, condotta da Areté (azienda leader nella consulenza strategica) per indagare sul campo la diffusione delle nuove modalità digitali di acquisto dell’auto.

A frenare ancora la transizione verso le nuove forme di acquisto digitale sono principalmente due fattori, ben testimoniati da questi numeri: il 60% non sceglie questa modalità in quanto la trova complicata, poco sicura e impersonale, il 32% del campione per l’impossibilità di provare la vettura. Il test drive rappresenta infatti un momento sempre più necessario per la scelta definitiva dell’auto da comprare: il 73% lo ritiene fondamentale.

L’apprezzamento per il passaggio, in presenza, in concessionaria, è quindi ritenuto ancora luogo fulcro per l’acquisto di un’autovettura nuova da parte dei consumatori che puntano forte sulla sicurezza e sui servizi infotelematici. In tal senso è bene ricordare che dal 6 luglio scorso le auto di nuova omologazione devono obbligatoriamente essere dotate di Scatola Nera di serie. A partire dal 7 luglio 2024, l’obbligo si estenderà anche alle auto di nuova immatricolazione.

Se oggi le auto di ultima generazione hanno dotazioni tecnologiche e di connettività native all’avanguardia, è però importante che anche quelle più datate abbiano la possibilità di aggiornarsi per poter essere più sicure. A tal proposito, i dispositivi e i servizi Viasat vengono in aiuto dei proprietari di autovetture più anziane potendosi avvalere, tra l’altro, anche del supporto della Centrale Operativa 24/7 per la gestione di un eventuale furto e per il soccorso meccanico e/o sanitario in caso di guasto o incidente.

Per saperne di più >

Related news

27/09/2022
Secondo quanto emerge dall’ultimo Market Watch di Banca Ifis, dal 2018 a oggi la produzione italiana della bici segna +20% grazie anche al…
Torna su