Published on Settembre 5, 2017

Le nuove sorprese di Google Maps

E' sempre di più una realtà la Smart City, ossia la città intelligente dove, attraverso l’IoT e i suoi strumenti, si raccolgono dati che permettono di gestire in maniera efficiente l’illuminazione pubblica, la segnaletica stradale, la mobilità e molto altro. Miliardi di oggetti intelligenti che dialogano e si scambiano dati su Internet non sono più solo un idea. RFid, Wi-Fi, ma anche reti Mesh e cellulari. Ecco le principali tecnologie disponibili in ambito IoT.

Una novità importante in questo ambito è l'accordo tra Google e BlaBlaCar per proporre agli utenti le soluzioni di mobilità più comuni per viaggiare. Grazie alla partnership, i viaggi in carpooling condivisi saranno integrati tra le modalità di trasporto consigliate dall'app Google Maps. In Italia l’opzione è già presente e disponibile nelle app per iOS e Android, chi selezionerà l’icona del carpooling verrà reindirizzato sull’app sul proprio smartphone oppure su App Store e Play Store.

Altra novità è che Google Maps mostrerà in anticipo a Roma e Milano quanto può essere difficile trovare parcheggio presso la propria destinazione. Si chiama Parking Difficulty, è una nuova funzione di Google Maps che ti dice quanta possibilità c'è di trovare un parcheggio libero in una determinata zona di Milano e Roma grazie ad un sistema statistico e di raccolta dati. I parcheggi sono divisi in categorie (limitati, medi e facili) e la disponibilità viene mostrata grazie ad un'icona con la lettera 'P'. C'è anche il calcolo della durata del percorso che separa dalla destinazione. Il livello di difficoltà per la ricerca del parcheggio viene calcolato in base a dati storici e anche grazie all'applicazione del 'machine learning', cioè un sistema di apprendimento automatico.

Leggi di più su Repubblica Motori e AllaGuida.it

 

Related news

Torna su