Published on Maggio 4, 2021

Quali sono state le auto più noleggiate nel 2020?

Nel 2020, malgrado le ripercussioni della crisi sanitaria, il settore del Noleggio a Lungo Termine è riuscito a contenere i cali di volumi e fatturato, facendo ben sperare per una ripresa nel 2021. I dati forniti dal centro di analisi di mercato Dataforce dimostrano inoltre come la crisi abbia modificato sensibilmente le scelte dei consumatori, che nel 2020 hanno preferito orientarsi più sulle opportunità di noleggio che sull’acquisto di veicoli. Questi dati offrono anche una classifica delle auto più noleggiate a lungo termine in Italia, ovvero di quei modelli che registrano quote di mercato sostanzialmente stabili. 

Prima in classifica, per distacco, il modello preferito dai clienti delle società di NLT rimane l’intramontabile Fiat Panda che, al passaggio dei 40 anni di carriera, ha chiuso l’anno con una performance di 13.029 unità destinate al noleggio, corrispondenti a una quota di mercato del 6,14%, (+0,02% rispetto al 2019). La seconda auto preferita da chi sceglie il NLT è la Peugeot 3008 che chiude il 2020 con 7.911 esemplari immatricolati per una quota di mercato del 3,73%, in crescita dello 0,6%. Al terzo posto sul podio delle auto più noleggiate a lungo termine in Italia si posiziona la Jeep Renegade con 6.046 esemplari immatricolati nel 2020 e una quota di mercato del 2,85% (in leggero calo sui 12 mesi precedenti del -0,38%). Seguono l’Alfa Romeo Stelvio con 5.403 esemplari immatricolati, detenendo una quota di mercato del 2,55%, con una flessione minima dello 0,20% sui risultati del 2019 e la Tiguan di casa Volkswagen uno dei veicoli più ambiti dai clienti che ha totalizzato 5.381 unità immatricolate, destinate al NLT, per una quota di mercato del 2,54%, in crescita sul 2019 del +0,5%.

Il Noleggio a Lungo Termine si riconferma dunque essere una delle soluzioni di mobilità più apprezzate sia dalle aziende corporate sia da professionisti e privati. La formula del NLT garantisce infatti alle aziende, ai professionisti o ai privati che ne fanno richiesta la possibilità di avere a disposizione, a fronte del pagamento di un canone mensile fisso, un veicolo o un parco auto con tutti i servizi all inclusive e di svincolarsi in tal modo dagli oneri gestionali e operativi legati alla proprietà del mezzo.

Viasat si presenta sul mercato col Viasat Digital Connect che, insieme ai dispositivi telematici e all’attività di centrale operativa, sono parti di un unico sistema integrato. Questo permette di dialogare con i singoli mezzi in tempo reale e intervenire in caso di anomalie, guasti, incidenti o pericolo. Tutto ciò si aggiunge alle tradizionali attività di ricerca e recupero dei veicoli in caso di furto e di gestione dei sinistri, mediante l’elaborazione di una perizia telematica. L’idea – spiega Valerio Gridelli, Responsabile della Business Unit Smart Connect di Viasat – è molto semplice: supportare le aziende nella creazione di corrette strategie nella gestione del parco veicoli. Questo avviene attraverso una piattaforma capace di incidere sul loro business, garantendo i vantaggi tipici dell’auto connessa. Oltre che assicurare un utilizzo migliore, sia per il driver che per il fleet manager”.

Related news

Torna su