Published on Febbraio 21, 2020

Furti d’auto: con Viasat più sicuri anche in Europa

Tra le decine di migliaia di eventi gestiti quotidianamente dalle Centrali Operative Viasat in Europa, merita segnalare il caso emblematico di un cliente spagnolo della Detector, società del Gruppo Viasat, che ha subito a febbraio scorso il furto della propria Toyota Land Cruiser. A seguito della denuncia di furto effettuata alla polizia e alla sua assicurazione, Viasat Detector attiva le procedure per il ritrovamento dell’auto. Il veicolo viene localizzato, grazie al dispositivo Sigfox  e Wifi di bordo, in un interporto sulla Senna a Saint-Jean de Folleville in Francia.

Grazie all’interconnessione telematica di tutte le Centrali Operative Viasat in Europa, tutte le informazioni vengono trasferite immediatamente agli uffici francesi di Viasat Locster che allerta le autorità locali di polizia, monitorando nel frattempo la posizione in tempo reale del veicolo per tracciare eventuali ulteriori spostamenti. La gendarmeria francese, seguendo le indicazioni della Centrale Operativa Viasat Locster, è intervenuta sul posto individuando la vettura rubata, a cui era stata sostituita la targa e pronta per essere imbarcata su un container e scomparire nel nulla. Come si dice in questi casi, tutto è bene quello che finisce bene con piena soddisfazione del cliente.

“Il ritrovamento dell’auto in un Paese diverso da dove è stata rubata dimostra come la sinergia e la collaborazione tra le varie Centrali del Gruppo Viasat dislocate in Paesi diversi e il coordinamento di Viasat Italia possa contrastare efficacemente i furti d’auto in Europa”, spiega Nicodemo Magliocca. “Un fenomeno che costituisce, ancora oggi, una seria minaccia per tutti gli automobilisti. Viasat, con la propria tecnologia e il ruolo fondamentale delle proprie Centrali Operative, ha messo a segno un risultato davvero molto importante di cui siamo veramente orgogliosi”.

Secondo gli ultimi dati di Eurostat 2019, tra il 2015 e 2017 sono state circa 698mila le auto rubate in media ogni anno, in calo del 29% rispetto al periodo 2008-2010. Il record negativo spetta alla Francia e all'Italia, rispettivamente con una media annua di circa 164mila e 156mila auto rubate. Segue il Regno Unito (quasi 97mila). Chiude la classifica la virtuosa Danimarca, con in media 230 veicoli rubati all'anno.

Related news

Torna su