Published on Gennaio 17, 2022

La Scatola Nera piace anche ai motociclisti

La Scatola Nera, o Black Box, continua ad essere particolarmente apprezzata dagli italiani. Dopo il boom degli anni precedenti, il dispositivo inizialmente pensato per le auto, comincia a essere gradito anche tra i motociclisti.

Che piaccia o no, la tecnologia si sta facendo largo ad ampie falcate anche nel mondo delle due ruote. Ovviamente lo scopo è aumentare la sicurezza dei motociclisti che, stando a ricerche recenti, hanno un rischio cinquanta volte maggiore d’incorrere in incidenti gravi o letali rispetto agli automobilisti. In tal caso, un sistema eCall, come quelli installati anche sulle automobili, consentirebbe di attivare più rapidamente la catena dei soccorsi, grazie alla localizzazione precisa del luogo dell’incidente, in modo da garantire interventi più tempestivi.

I dati dell'Osservatorio Assicurativo di Segugio.it, leader nel settore della comparazione assicurativa in Italia, dicono che a ottobre 2021 il dispositivo è stato incluso in quasi l’8% dei contratti RC Moto consentendo, tra l’altro, un risparmio sul premio assicurativo fino al 30 per cento. Il tasso di penetrazione della Black Box è eterogeneo. È particolarmente richiesto al Sud Italia, visto il 31,26% registrato in Campania, il 15,1% in Puglia e il 12,9% in Calabria. È invece sui livelli minimi in due Regioni del Nord-Est Italia: si tratta di Friuli Venezia Giulia e Veneto, che fanno segnare rispettivamente il 3,27% e 2,58%.

Da qualche anno è presente sul mercato SlimBox Moto, un sistema satellitare made in Viasat, che possiede tutte le funzioni di una avanzatissima Scatola Nera assicurativa. Un dispositivo GPS e GSM/GPRS che funziona sia da localizzatore in caso di furto che per inviare i soccorsi in caso di incidente o guasto meccanico. Senza trascurare la sua utilità per avere uno sconto sull’assicurazione.

Per maggiori informazioni >

Related news

Torna su