Published on Novembre 4, 2015

Viasat nell’Elite che conta

Discorso di Massimo Getto, Vice Presidente e CFO – VIASAT GROUP,  alla cerimonia di ammissione del Gruppo Viasat al programma Elite, Gruppo London Stock Exchange, Borsa Italiana di Milano, 3 Novembre 2015.

 

"Buongiorno,
è un onore essere qui in questa importante occasione a rappresentare Viasat Group ed è un compito davvero arduo raccontare nel tempo a disposizione il nostro Gruppo. Vorrei quindi proporvi solamente due dispositive, due istantanee, due punti salienti di un lungo percorso. La prima: un garage di Torino dove nel 1974 il nostro presidente Domenico Petrone fondò la Elem affrontando una sfida personale ardita, coraggiosa e stimolante focalizzando la sua attività sulla produzione e realizzazione di componenti elettronici. La seconda: un mappa dell’Europa con le sedi del Gruppo a Torino, Roma, Busto Arsizio, Londra, Madrid, Bucarest, una mappa del globo con i 28 paesi nei quali i nostri servizi sono diffusi ed apprezzati dal mercato. Un gruppo che vive e sfida il mercato dinamico e promettente dell’infotelematica, un Gruppo che governa la complessità dei Big Data, dell’Internet of Things producendo per i propri clienti soluzioni capaci di migliorare la propria gestione caratteristica, ottimizzandone i costi ed offrendo nuove opportunità di realizzare servizi ad alto valore aggiunto.

Viasat ha equipaggiato nel corso degli anni oltre due milioni di veicoli con i propri dispositivi in grado di rilevare ogni secondo dati quali la posizione, la velocità, l’accelerazione, la temperatura, l’umidità ed i dati caratteristici del motore e del mezzo. Questi dati sono inviati alle nostre Centrali Operative, trasformate dai nostri software in informazioni utili ad incrementare la conoscenza e la comprensione della gestione caratteristica dei nostri clienti. I nostri servizi solo utilizzati dalla compagnie assicurative per evitare le frodi, per costruire polizze assicurative coerenti con gli stili di guida ed il rischio incorporato dal singolo guidatore, dai gestori di flotte per monitorare ed ottimizzare i percorsi, ridurre i costi di gestione, ampliare la gamma di servizi, dai singoli cittadini per la loro sicurezza e per proteggere la propria automobile. Ogni singolo mese riceviamo, elaboriamo ed immagazziniamo più di 1 tera byte e 1,2 miliardi di posizioni e, mese dopo mese, i dati crescono con il crescere dei dispositivi installati e dei servizi offerti.

Due istantanee molto diverse, lontane nel tempo e con condizioni al contorno mutate profondamente. A tenerle assieme un percorso lungo fatto di dedizione, passione e creatività ed una coerenza di fondo ispirata a principi capaci di guidare la vita in azienda tanto nel 1974 quanto oggi e negli anni a venire. Principi che portano a mantenere una forte tensione all’eccellenza, alla volontà di trovare in ogni problema o difficoltà lo spunto per migliorare i nostri processi e la propensione a guardare il mondo che cambia e si evolve come ad una sfidante opportunità di crescita. La costante attenzione a comunicare in modo trasparente, tempestivo e completo i nostri risultati e le nostre ambizioni a tutti i nostri stakeholder nella consapevolezza che in contesto competitivo moderno è così sfidante e dinamico che solamente disegnando un percorso comune si potranno raggiungere risultati importanti e per raggiungere tale obiettivo una comunicazione trasparente e franca è elemento essenziale.


Per questo abbiamo scelto di essere qui quest’oggi, per confrontarci con le aziende eccellenti del nostro paese ed imparare dalle loro best practice,  per irrobustire la nostra solidità culturale ed essere pronti ad affrontare il mercato dei capitali in Borsa, per continuare a crescere a ritmi sempre più sostenuti e con l’ambizione di diventare protagonisti a livello globale nel mercato dell’infotelematica. Per offrire ai nostri stakeholder e tra i primi ai nostri collaboratori un soggetto ogni giorno più stimolante e dinamico per il quale dedicare le loro energie ed il loro talento, per scrivere assieme i prossimi 40 anni delle nostra storia".

 

Related news

Torna su